quantum secondo tempo

Dopo due mesi nei quali non sono riuscita a scrivere una sola frase, risucchiata da alcuni problemi a cui ho dovuto fare fronte, ritorno finalmente sul mio diario! Mi riporta a scrivere una bellissima intervista fatta a Tommaso Calarco sentita alla radio pochi giorni fa. Direttore del Centro delle Tecnologie Quantistiche Integrate dell’Università di Ulm... Continue Reading →

la rivoluzione invisibile

I dati sono il nuovo petrolio Arvind Satyam. I Big Data sono gli algoritmi capaci di trovare tante variabili in poco tempo, raccoglierle, classificarle, analizzarle e con poche risorse computazionali dare la sintesi di informazioni in molteplici settori e soprattutto, hanno la capacità di mettere a disposizione di tutti informazioni che vanno al di là del semplice dato grezzo. I Big Data... Continue Reading →

a tempo di slow

Il cervello che regola i nostri comportamenti è una macchina lenta. Lo afferma nel 2009 il team di neuroscenziati impegnato nello studio sull’evoluzione della comunicazione tra i due emisferi del cervello umano, pubblicato sulla rivista americana Proceedings of the National Accademy of Science (Pnas). Nel processo evolutivo attraverso le specie, la trasmissione delle informazioni per mezzo dei segnali nervosi tra... Continue Reading →

lo spazio urbano ci salverà

Lo spazio urbano cioè la rete formata dalle strade e dalle piazze, base strutturale e tessuto connettivo delle nostre città, con gli edifici e le infrastrutture della città deve costituire un insieme coerente ed essendo luogo pubblico, deve essere spazio di relazione in cui riconoscersi e orientarsi. Un elemento di discontinuità e di rottura del tessuto urbano... Continue Reading →

trasporto pubblico sostenibile

In Svezia da giugno di questo anno, 22 km della strada E 16 che collega la Svezia alla Norvegia sono diventati il primo tratto di autostrada elettrica per i camion. Penso alla storia del trasporto elettrico di alcune città d’Italia.  Precisamente a Roma, una delle città più congestionate in tema di mobilità; a Milano, la città... Continue Reading →

smart city

New York City già nel 2010 prese provvedimenti per diventare più age-friendly, considerando proprio il futuro invecchiamento della popolazione. Io vivo in Italia, precisamente nella provincia a sud di Roma. Pur non avendo disabilità fisiche, mi accorgo di quanto possa essere difficile accedere alla città considerando anche solo il traffico, la segnaletica inadeguata, l'inefficienza dei trasporti pubblici e... Continue Reading →

coscienza universale

Il nostro mondo è completamente avvolto dal campo di informazione e l’osservatore è compartecipe alla creazione della realtà osservata che lo circonda. La nostra consapevolezza, la singola coscienza di ognuno di noi è in costante comunicazione con l'Universo per mezzo del campo di informazione o potenziale quantico e ha il potere di influenzare la materia. L’insieme di... Continue Reading →

l’osservatore

Un ulteriore elemento si aggiunge nell’esperimento della doppia fenditura: il ruolo dell’osservatore. Leggo che l’esperimento viene ripetuto utilizzando per la prima volta elettroni, da Claus Jönsson nel 1961, ancora nel 1974 a Bologna da Pier Giorgio Merli, Gianfranco Missiroli e Giulio Pozzi e successivamente,nel 1989 da Akira Tonomura ed i suoi collaboratori, i quali verificano... Continue Reading →

la matrice della materia

David Bohm “introduce un vero e proprio Campo di Informazione in cui l’elettrone è una quantità definita costantemente informata sull’ambiente che la circonda. Questo strano ambiente non è un tipico sistema della fisica, ma un mondo che trascende tutto lo spazio in una unità senza tempo”. Massimo Teodorani E’ il potenziale quantico che condiziona la... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: